Siamo genitori di ragazzi disabili, affetti da Sindrome di Angelman, che utilizzano la Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) per comunicare.

Insieme abbiamo fondato a Prato la Associazione Modi Di Dire Onlus, che gestisce un  Centro ambulatoriale di recupero e riabilitazione funzionale di Logopedia e di Comunicazione Aumentativa Alternativa.

2011

Accreditamento da parte della Regione Toscana quale “Presidio ambulatoriale di recupero e riabilitazione funzionale di Logopedia e C.A.A.”

2017

Costituzione della Fondazione Modi di Dire Onlus, con conferimento ad essa di tutte le attività sanitarie, e conseguimento del riconoscimento per il rilascio di Certificazioni DSAp e DDAI

2008

Costituzione della Associazione Modi di Dire Onlus da parte di un gruppo di genitori di bambini affetti da disabilità psichica e deficit comunicativi

2012

Firma della Convenzione con la A.S.L., attualmente Toscana Centro, per lo svolgimento di trattamenti di Logopedia e C.A.A.

2008

Costituzione della Associazione Modi di Dire Onlus da parte di un gruppo di genitori di bambini affetti da disabilità psichica e deficit comunicativi

2011

Accreditamento da parte della Regione Toscana quale “Presidio ambulatoriale di recupero e riabilitazione funzionale di Logopedia e C.A.A.”

2012

Firma della Convenzione con la A.S.L., attualmente Toscana Centro, per lo svolgimento di trattamenti di Logopedia e C.A.A.

2017

Costituzione della Fondazione Modi di Dire Onlus, con conferimento ad essa di tutte le attività sanitarie, e conseguimento del riconoscimento per il rilascio di Certificazioni DSAp e DDAI

10_triangolo_tx

Gli scopi dell’associazione

Promuovere ed organizzare, mediante incontri, dibattiti, iniziative scientifiche, congressi e corsi di formazione sanitaria e con tutti i mezzi di divulgazione idonei, la diffusione dei metodi di comunicazione non verbale destinati a disabili privi delle capacità espressive, mediante la Comunicazione Aumentativa Alternativa o C.A.A. (intesa come l’insieme di conoscenze, tecniche, strategie e tecnologie che è possibile attivare per facilitare la comunicazione di persone che presentano una carenza/assenza temporanea o permanente nella comunicazione verbale);

Favorire le iniziative culturali che abbiano come finalità la diffusione delle informazioni atte a migliorare la conoscenza della Comunicazione Aumentativa Alternativa;

Organizzare corsi di formazione destinati ad insegnanti di sostegno, operatori sanitari e sociali, operatori scolastici, genitori, ed a tutti coloro che quotidianamente operano o interagiscono con bambini e ragazzi disabili che mostrano difficoltà o totale assenza di linguaggio;

Creare e gestire strutture presso le quali vengano forniti interventi riabilitativi specificatamente orientati alla CAA;

Attivare convenzioni con Aziende sanitarie pubbliche per l’erogazione dei servizi sopraindicati; privilegiare la collaborazione con altre associazioni e gruppi scientifici aventi scopi affini; fondare una rivista per la divulgazione di informazioni, suggerimenti e novità legate al mondo della Comunicazione Aumentativa Alternativa nonché della disabilità mentale e verbale.

10_triangolo_tx

Gli scopi dell’associazione

Promuovere ed organizzare, mediante incontri, dibattiti, iniziative scientifiche, congressi e corsi di formazione sanitaria e con tutti i mezzi di divulgazione idonei, la diffusione dei metodi di comunicazione non verbale destinati a disabili privi delle capacità espressive, mediante la Comunicazione Aumentativa Alternativa o C.A.A. (intesa come l’insieme di conoscenze, tecniche, strategie e tecnologie che è possibile attivare per facilitare la comunicazione di persone che presentano una carenza/assenza temporanea o permanente nella comunicazione verbale);

Favorire le iniziative culturali che abbiano come finalità la diffusione delle informazioni atte a migliorare la conoscenza della Comunicazione Aumentativa Alternativa;

Organizzare corsi di formazione destinati ad insegnanti di sostegno, operatori sanitari e sociali, operatori scolastici, genitori, ed a tutti coloro che quotidianamente operano o interagiscono con bambini e ragazzi disabili che mostrano difficoltà o totale assenza di linguaggio;

Creare e gestire strutture presso le quali vengano forniti interventi riabilitativi specificatamente orientati alla CAA;

Attivare convenzioni con Aziende sanitarie pubbliche per l’erogazione dei servizi sopraindicati; privilegiare la collaborazione con altre associazioni e gruppi scientifici aventi scopi affini; fondare una rivista per la divulgazione di informazioni, suggerimenti e novità legate al mondo della Comunicazione Aumentativa Alternativa nonché della disabilità mentale e verbale.

10_triangolo_tx

La CAA

La Comunicazione Aumentativa Alternativa (C.A.A.) è un insieme di metodi e strategie che permettono di potenziare le capacità residue del soggetto cercando di colmare quel gap tra comprensione e produzione verbale; inoltre permette allo stesso di comunicare laddove il linguaggio sia assente e nell’improbabilità nel futuro prossimo o remoto possa comparire.
L’uso di simboli, fotografie, gesti, sensori, apparecchi informatici favorisce nel bambino la possibilità di sperimentare modalità di comunicazione comprensibile a tutti rendendosi autonomo nella capacità di esprimere ad altri desideri e pensieri.
Contrariamente a quanto si pensa, usare simboli o fotografie non preclude la comparsa del linguaggio, bensì rinforza i processi che direttamente o indirettamente ne favoriscono l’uso; i bambini che sperimentano l’efficacia della comunicazione, hanno maggiori motivazioni per incrementare la loro capacità comunicativa e la loro partecipazione attiva ai contesti di vita.
L’implementazione di percorsi di CAA non avviene attraverso l’applicazione tecnicistica di modalità definite, ma parte dalla rilevazione di capacità comunicative residue del bambino, la valutazione dei suoi bisogni, le possibilità ed i limiti degli ambienti entro cui egli vive.
La possibilità di saper cogliere minimi segnali comunicativi e trasformarli in messaggi chiari e condivisibili è ad opera di tutti coloro che si interfacciano quotidianamente con il piccolo, i quali però necessitano di percorsi di training appropriati.
Comunicazione Aumentativa e Alternativa (C.A.A.) è il termine usato per descrivere tutte le modalità di comunicazione che possono facilitare e migliorare la comunicazione di tutte le persone che hanno difficoltà ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura.

Aumentativa perché non sostituisce ma incrementa le possibilità comunicative naturali della persona.

Alternativa perché utilizza modalità di comunicazione alternative e diverse da quelle tradizionali.

Si tratta di un approccio che tende a creare opportunità di reale comunicazione anche attraverso tecniche, strategie e tecnologie e a coinvolgere la persona che utilizza la C.A.A. e tutto il suo ambiente di vita.

10_triangolo_tx

La CAA

La Comunicazione Aumentativa Alternativa (C.A.A.) è un insieme di metodi e strategie che permettono di potenziare le capacità residue del soggetto cercando di colmare quel gap tra comprensione e produzione verbale; inoltre permette allo stesso di comunicare laddove il linguaggio sia assente e nell’improbabilità nel futuro prossimo o remoto possa comparire.
L’uso di simboli, fotografie, gesti, sensori, apparecchi informatici favorisce nel bambino la possibilità di sperimentare modalità di comunicazione comprensibile a tutti rendendosi autonomo nella capacità di esprimere ad altri desideri e pensieri.
Contrariamente a quanto si pensa, usare simboli o fotografie non preclude la comparsa del linguaggio, bensì rinforza i processi che direttamente o indirettamente ne favoriscono l’uso; i bambini che sperimentano l’efficacia della comunicazione, hanno maggiori motivazioni per incrementare la loro capacità comunicativa e la loro partecipazione attiva ai contesti di vita.
L’implementazione di percorsi di CAA non avviene attraverso l’applicazione tecnicistica di modalità definite, ma parte dalla rilevazione di capacità comunicative residue del bambino, la valutazione dei suoi bisogni, le possibilità ed i limiti degli ambienti entro cui egli vive.
La possibilità di saper cogliere minimi segnali comunicativi e trasformarli in messaggi chiari e condivisibili è ad opera di tutti coloro che si interfacciano quotidianamente con il piccolo, i quali però necessitano di percorsi di training appropriati.
Comunicazione Aumentativa e Alternativa (C.A.A.) è il termine usato per descrivere tutte le modalità di comunicazione che possono facilitare e migliorare la comunicazione di tutte le persone che hanno difficoltà ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura

Aumentativa perché non sostituisce ma incrementa le possibilità comunicative naturali della persona.

Alternativa perché utilizza modalità di comunicazione alternative e diverse da quelle tradizionali.

Si tratta di un approccio che tende a creare opportunità di reale comunicazione anche attraverso tecniche, strategie e tecnologie e a coinvolgere la persona che utilizza la C.A.A. e tutto il suo ambiente di vita.

La C.A.A nel mondo è promossa dall’I.S.A.A.C.

L’I.S.A.A.C. è un’organizzazione dedicata allo sviluppo nel campo della Comunicazione Aumentativa ed Alternativa, attraverso la promozione di scambi di informazioni, ricerca ed accesso alla comunicazione.
Fondato nel 1983 in Canada, I.S.A.A.C. conta attualmente più di 3500 membri in più di 50 paesi, inclusi 15 Chapter nazionali/regionali.
Attualmente nel mondo esistono Chapters in Canada, Danimarca, Finlandia, Inghilterra, Irlanda Israele, Italia, Olanda-Fiandre, Norvegia, Spagna, Svezia, USA, Area di lingua tedesca, Area di lingua francese.
I Chapters sono gruppi di membri che attuano la missione dell’ISAAC all’interno dei loro paesi o della loro area.

Sostiene le persone che utilizzano la CAA e le famiglie

Incoraggia lo scambio internazionale delle informazioni attraverso le sue pubblicazioni e le Conferenze biennali

Sponsorizza un giornale scientifico sulla CAA (rivista quadrimestrale AAC)

Incoraggia lo sviluppo della CAA nel mondo soprattutto nelle aree emergenti alla CAA

Promuove prodotti e servizi di CAA

Assegna importanti premi e borse di studio

Crea pratiche pubblicazioni ed altri materiali per persone che utilizzano la CAA, ricercatori e professionisti

Ricerca finanziamenti esterni per i progetti di CAA

siamo siamo siamo siamo siamo siamo siamo siamo